Il dubbio riguarda la costruzione di una nuova scala esterna che consenta tempi di realizzo ridotti per collegare il piazzale di un cortile esterno ad un nuovo piano da realizzare mediante recupero del sottotetto.

L'idea è quella di recuperare un volume sottotetto accessibile solo dall'esterno e con la necessità però di eseguire l'intervento in tempi rapidiNasce quindi l’esigenza di utilizzare un sistema costruttivo che contenga il costo (diciamo tra 10 mila e 15 mila euro) e riduca i tempi di realizzazione. 

La prima idea presa in considerazione è quella di utilizzare una scala in ferro oppure prefabbricata (di qualsiasi genere) e superare il dislivello di circa 6 mt dalla quota del cortile. Si tratta della scelta migliore?

Come prima cosa è indispensabile verificare tramite un tecnico di fiducia che tipo di scala realizzare: se a chiocciola o lineare e quali sono le regole dettate dai regolamenti regionali e/o comunali, a cui sottostare per la loro progettazione (larghezza dei gradini, ogni quanti gradini devo inserire un pianerottolo, ecc.).

In secondo luogo un incontro in ufficio tecnico del comune aiuterebbe a capire se quello che si vuole realizzare è previsto dagli strumenti urbanistici.

Riguardo la tipologia di scala, la soluzione in ferro o acciaio zincato è la più economica ma per certi versi ritenuta da alcuni esteticamente la meno appagante.

La zincatura, permette di resistere meglio al clima e alle intemperie rispetto ad altri materiali e hanno bisogno di minor manutenzione. Aspetto importante è la funzionalità: 6 m di dislivello non sono pochi e salire/scendere la scala con in mano oggetti ingombranti deve risultare agevole.

Un esempio di scale in acciaio possono essere visualizzate su questo sito: www.h-project.it

                     nuova-scala-esterna-1

 

                     nuova-scala-esterna-2

 

                    nuova-scala-esterna-3

Se non si vuole lasciare la struttura a vista semplice, è possibile rivestire il pianerottolo e i gradini con pietra o gres per esterni (hanno necessità di poca manutenzione) ed il gres sarebbe oltretutto più economico della pietra.

Per ciò che riguarda i fornitori, consigliamo di chiedere più preventivi dato che i costi potrebbero variare anche per la stessa tipologia di scala.

Una scala prefabbricata quindi garantisce tempi e costi ridotti.

Bisogna ricordare però che è importante considerare gli aspetti strutturali e quello che gli uffici tecnici prevedono.

Inanzitutto occorre che si ci affidi ad un professionista che possa seguire il lavoro e che possa consigliare. 

La scala a chiocciola ad esempio, viene mediamente sconsigliata nei casi in cui la richiesta preveda di superare un dislivello superiore ai 6 metri.

Dal punto di vista estetico il parere di un architetto può aiutare a trovare il giusto compromesso tra funzionalità, costo e design. Se non progettata accuratamente una scala zincata può risultare orrenda ed ingombrante. Quel tipo di scale utilizzate come scale antincendio per intenderci.

                                           nuova-scala-esterna-4

 

                                                      nuova-scala-esterna-5

Tornando all’esempio della richiesta, è importante che si tratti di una scala che sia anche bella esteticamente, in modo da avere anche un accesso al sottotetto che sia architettonicamente piacevole e tornando alla scala in esame, crediamo che con il budget descritto si possa trovare la giusta soluzione.

Gianluca copywriter

26-08-2020

5/5

5 Votes

Ti è piaciuta questa pagina?